Cerca
  • lapedagogistariccia

Soul e la scintilla del vivere



Incuriosita dalla nuova uscita della Disney mi sono lanciata subito nella visione di Soul e devo dire che ho trovato un cartone che ha saputo raccontarmi tanto in ottica pedagogica e dal punto di vista personale (sì, mi è piaciuto molto!).


Ti racconto solo l'inizio...Joe Gardner, un insegnante di musica delle scuole medie, si sente bloccato nella vita e insoddisfatto del suo lavoro. Sogna una carriera come musicista jazz e per caso, il suo ex allievo Curly lo informa di un posto disponibile nella band della leggenda del jazz Dorothea Williams. Joe impressiona Dorothea con il suo modo di suonare il pianoforte e gli viene offerto il lavoro sul posto. Mentre Joe si avvia felicemente per prepararsi per la sua prima vera esibizione quella notte...e qui cambia tutto!


Il primo focus che voglio condividere è ciò che mi ha colpito subito ovvero la vita che che ci abituiamo a vivere (l'insegnare alle scuole medie del protagonista) vs la vita che vogliamo vivere davvero (diventare musicista jazz): nella maggior parte dei casi ci viene insegnato a scegliere una vita che ci permetta di avere delle garanzie, delle sicurezze (economiche, organizzative, ecc.) a discapito di quello che vogliamo fare davvero, di quello che ci fa sentire realizzati davvero. In ottica educativa sarebbe importante rivalutare questa visuale perché non identificare la propria "scintilla", significa sacrificare la propria identità e si rischia di non realizzarsi fino in fondo. Il secondo punto è l'importanza di essere, parliamo delle figure educative, delle mentori, dei sostegni che si affiancano mettendo al centro la completezza della persona che si deve avvicinare alla vita (22 è l'anima che viene affiancata a Joe che non trova il suo completamento) ricordandoci sempre che la nostra esperienza deve essere il tramite per accompagnare il passaggio che sta vivendo "l'anima" con le proprie peculiarità personali.



Un terzo punto che mi ha colpito è come questo cartone sia un percorso di "educazione alla vita": il trovare il proprio posto nel mondo, l'apprezzare quotidianamente i piccoli grandi momenti che si vivono, imparare continuamente con la paura concreta di non essere all'altezza, il mettersi in discussione ascoltando anche punti di vista molto differenti, imparare a dire ciò che si sente dentro per non implodere interiormente, vivere consapevolmente. C'è proprio tutto il processo di questo evolversi nel cartone con passi avanti e indietro tra situazioni divertenti e di riflessione, un'attuazione importante per grandi e piccoli.



Cosa mi ha lasciato questo cartone? Mi ha riportato davanti agli occhi l'importanza di domandarsi sempre "come sto vivendo questa mia vita?" e come dal punto di vista pedagogico il lavoro personale quotidiano sia indispensabile per sviluppare la propria identità ed essere così realmente di supporto alle persone che si affiancano a noi per trovare la loro "scintilla" di crescita. E non da ultimo imparare ad apprezzare davvero i piccoli grandi momenti che la vita ci regala ogni giorno...


Se ti ho incuriosito e vuoi guardare Soul puoi andare su Disney+ e se ti va fammi sapere se trovi altri spunti pedagogici ed educativi!





70 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti