Cerca
  • lapedagogistariccia

Quando tutto inizia: tre piccoli passaggi per costruire una relazione educativa positiva

Comincia (o ricomincia) la scuola, lo sport, le attività ricreative e chi più ne ha più ne metta. Tutte le figure educative impegnate nell'ambito pedagogico-formativo si sono sicuramente date da fare per scegliere i materiali migliori, organizzare attività e calendari e gestire le varie situazioni. Ma nel cominciare un nuovo percorso o iniziare un nuovo anno scolastico molto spesso non si tiene a mente la cosa più importante che è conoscere chi abbiamo davanti.


Da dove iniziare? Innanzitutto si deve Osservare; osservare per vedere chi abbiamo davanti, per scoprire la persona nel suo modo di fare più semplice e spontaneo, trattenendosi dalla voglia di attivarsi e modificare le attività secondo un criterio e un approccio “adulto” e rimanendo inizialmente fuori dall’interazione per scoprire la persona nella sua interezza carpendo il suo modo di essere solo con l'analisi visiva. Successivamente si può iniziare a Delineare ma non come passaggio progettuale, bensì come primo intervento per invogliare l’interazione; presentare in maniera “casuale” un gioco o un’attività fortemente gradita, destare curiosità con un’approccio che susciti attenzione, affiancarsi all'altro lavorando su una propria attività senza porre attenzione a chi si ha vicino; farsi specchio per farsi vedere simili e predisposti alla comunicazione. Infine, si raggiunge la possibilità di Interagire nel migliore dei modi: rispettando tempi e modi dell'altro, dando modo di esercitare l'intenzionalità comunicativa, stabilendo il primo passo per un processo di crescita e conoscenza sempre maggiore; in questa prima interazione è importante mettersi alla pari di chi abbiamo di fronte, essere totalmente presenti in quel momento così determinante e delicato.


Sono tre momenti semplici e apparentemente banali, ma è bene focalizzarli in maniera corretta perché la relazione educativa è alla base di tutto il processo formativo e di sviluppo; impostarla in una visione positiva significa determinare da subito un processo agevolato e una rete comunicativa volta ad intessere più e più maglie in maniera trasversale e universale.


Quali sono per te i passaggi per conoscere l'altro in ambito pedagogico? Condividili qui!

31 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti