Cerca
  • lapedagogistariccia

Genitori: spunti e appunti sempre validi!

"Ogni bambino ha bisogno che i suoi genitori siano coerenti, credibili e affidabili.

Non che siano perfetti!"



Il periodo è complicato, la quotidianità è saltata e lo stare in relazione richiede molta energia.

[ "Potrebbe esser peggio...potrebbe piovere!" (cit. Frankenstein Junior)]

Soprattutto in famiglia e in particolar modo da parte dei genitori che in questo momento storico tengono le fila di casa-lavoro-studio-attività-svago-interessi-stabilità mentale ed emotiva di tutti in uno spazio molto limitato. Casa.

Prima di valutare l'iscrizione gratuita ad un corso di sopravvivenza (con arrampicata sull'armadio e slalom a piedi nudi tra i Lego...), voglio condividere alcuni spunti educativi sempre validi, sempre veri, sempre utili.


Punto numero 1: le REGOLE, anche in quarantena ci devono essere e come sempre c'è bisogno che siano chiare, definite e condivise. Tutta la famiglia segue delle regole, organizzarle e pensarle secondo la propria quotidianità aiuta a percepirle come condivise e non semplicemente imposte dall'alto. Se vi può interessare, trovate un suggerimento pratico sulla gestione della routine per piccoli e grandi cliccando qui.


Punto numero 2: SQUADRA che vince...lavora unita! Dopo aver stabilito le regole, sappiate che i vostri figli faranno di tutto per metterle in discussione (che sorpresa eh!?!); sappiate essere una voce unica, con una strategia educativa condivisa e pensata in anticipo, per far sì che il messaggio che arrivi sia "siamo-genitori-che-insieme-stanno-cercando-di-fare-del-loro-meglio" e non "chiedi-al-primo-che-cede-!". Divisi siete più fragili, uniti saprete gestire meglio la situazione. Daje!


Punto numero 3: verba volant, ESEMPIO manent; "metti a posto la camera, non puoi stare in questo porcile!" questa è come la frase la dite voi, "metti a bla bla bla bla bla bla bla..." questa è come viene registrata dai vostri figli. E no, ripeterla un fantamilione di volte al giorno non gliela farà entrare in testa meglio! Come si fa? Più che dire, iniziate a fare. Fate insieme ai vostri figli, fornitegli un modello da poter osservare e seguire, comunicando le indicazioni necessarie e rendendovi disponibili come esempio concreto utile ad insegnare ciò che si vuole trasmettere. Si può fare!


Punto numero 4: ESPERIENZA is the way! L'esempio serve per iniziare, l'esperienza serve per imparare. Anche a sbagliare. Sbagliare serve per ricominciare meglio avendo imparato la lezione. Genitori, anche in questo momento costrittivo, siate portatori sani di nuove esperienze per i vostri figli: che sia impastare, ritagliare, cantare, costruire o mettere a posto i vestiti fateglielo fare, a modo loro, ma fateglielo fare. In questo modo i più piccoli hanno modo di sperimentarsi e riconoscersi abilità e capacità. Anche voi, in fondo, ogni giorno continuate ad imparare da quello che fate, no?!?


Punto numero 5: ...e per l'INDIPENDENZA, ip ip urrà! Tutto il lavoro, lo sforzo, le nottate, le canzoncine, i compiti, i lavoretti di scuola, le recite, le punizioni, le risate a tavola e ogni piccola grande esperienza che si vive in famiglia, porterà al sacro Graal del lavoro genitoriale: crescere delle persone autonome e pronte a vivere la vita! Saper utilizzare spunti educativi, come questi elencati sopra, in maniera costante e coerente, aumenterà le possibilità di successo...e te pare niente!



Per finire, ciò che mi preme davvero davvero condividere è questo: genitori, siate genitori a modo vostro e soprattutto siate genitori per i vostri figli! Solo in questa maniera tutti gli spunti educativi hanno davvero senso.


59 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti